Esercitazione

Icona domanda iDevice Domande a Scelta Multipla

Cosa avvenne a Roma dopo il crollo della monarchia.

Nacque una vera repubblica dove sia i ricchi, sia i poveri potevano diventare magistrati.

Nacque una repubblica ristocratica, intendendo per aristocrazia i patrizi.

Nacque una repubblica dove tutte le cariche erano remunerate (retribuite, pagate) e a vita.


Perché tutte le magistrature erano elettive, temporanee, collegiali, gratuite e responsabili?

 

Per evitare la possibilità di veder rinascere la monarchia.

Perché si viveva in un periodo di crisi.

Perché c’era bisogno di chiarezza nella divisione dei ruoli.


Chi erano i magistrati?

 

Erano dei censori.

Erano questori e pretori.

Erano cittadini che ricoprivano cariche pubbliche.


E’ vero che le magistrature avevano una durata di un anno o diciotto.

SI

NO


Con la Repubblica si consolidò il potere del Senato poiché

 

i suoi membri, a differenza di tutte le altre magistrature, erano eletti a vita e davano quindi stabilità al Senato

i suoi membri erano persone di grande integrità morale

i suo membri erano stati formati per svolgere la funzione di senatore


Come venne divisa la popolazione?

 

In fanti e consoli

Col sistema delle centurie, ovvero gruppi di cento fanti o cavalieri

In cavalieri e magistrati


La popolazione venne divisa in5 classi in base

 

alla nobiltà d’animo

alla ricchezza

alla prestanza fisica


Cos’erano i comizi centuriati?

Un'assemblea formata dal'esercito.

Un'assemblea formata da proletari.

Un' assemblea formata da tutte le classi e dai proletari.


 

Con l’introduzione dei comizi centuriati si passò

Ad un repubblica gestita da plebei

Alla contrapposizione tra ricchi e poveri

Alla contrapposizione tra ricchi e poveri e e quindi da una repubblica aristocratica ad una oligarchica, cioè governata da pochi


 

Cos’erano i comizi tributi?

Un’assemblea in cui non c’era più distinzione ta patrizi e plebei, ricchi e poveri, vi partecipavano tutti i cittadini

Un’assemblea a cui partecipavano solo i patrizi

Un’assemblea a cui partecipavano solo pochi patrizi